closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Vita e arte «slargate» di Michele Sambin

Cineritratto. Il documentario diretto da Raffaella Rivi sul pioniere della videoarte, già presentato in diversi festival all'estero, arriva anche in Italia

È sempre difficile realizzare il ritratto filmico di un artista senza ricorrere all’impostazione documentaristica ma, al contempo, cercando di illustrare la sua carriera senza tralasciare nessun passaggio. Lo è ancor più nel caso di una figura come quella del padovano Michele Sambin, creatore poliedrico che ha attraversato dagli anni ’60 in poi territori espressivi diversi con la capacità di farli dialogare tra loro: cinema, videoarte, pittura, musica, teatro, performance. Così questo film a lui dedicato, Più de la vita, diretto da Raffaella Rivi, non poteva che essere costruito come un diario di viaggio, come un fluido ricordare i passi salienti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.