closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Viaggio tra i secoli, lungo le vie del fiuto

PAESAGGI ODOROSI. Il progetto «Odeuropa» secondo Sara Tonelli, linguista computazionale. L’obiettivo è recuperare il patrimonio culturale trasmesso dall’olfatto, rileggendo le vicende continentali attraverso la lente intangibile dei profumi e delle puzze. Tecniche di «sentiment analysis», confrontando grandi quantità di dati, anche cronologicamente, rivelano se le emozioni associate fossero positive o negative. Con la Rivoluzione industriale si passò dagli effluvi «rurali» ai miasmi del carbone nella Londra di Dickens

«Ci sono piatti ma non appetito», lamenta un incipit di Wisława Szymborska, soffocata in Museo tanto dalla mancanza di eternità in sé quanto dall’horror vacui che la esaspera. Conserviamo fedi e spade - prosegue - quando amore e ira sono perduti. E, così, gli odori. Odeuropa, progetto finanziato dall’Unione Europea e coordinato dall’Università di Amsterdam e dalla storica Inger Leemans, prova finalmente a recuperare il patrimonio culturale trasmesso dall’olfatto, con l’obiettivo di rileggere le vicende continentali attraverso la lente intangibile dei multiformi profumi e delle millanta puzze. Ne discutiamo con Sara Tonelli, specialista di linguistica computazionale e responsabile digital humanities...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi