closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Via libera di Ungheria e Polonia». Forse

Recovery. Alla vigilia del Consiglio Europeo sul bilancio Ue e Recovery fund. Alla riunione degli ambasciatori i motivi dello stallo «praticamente scomparsi»

Consiglio Europeo

Consiglio Europeo

Voci di sblocco della situazione, alla vigilia del Consiglio europeo di oggi e domani, per l’approvazione del bilancio e del Recovery Fund, un pacchetto di 1800 miliardi per rilanciare l’economia Ue. Potrebbe venir superato il veto che Ungheria e Polonia hanno posto all’innalzamento del tetto delle risorse proprie, indispensabile per permettere alla Ue di indebitarsi di 750 miliardi. Era una ritorsione contro il voto a maggioranza che ha stabilito – definitivamente – la correlazione tra finanziamenti e rispetto dello stato di diritto. Alla riunione degli ambasciatori, preliminare al Consiglio, i motivi del veto di Polonia e Ungheria «sono praticamente scomparsi»,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi