closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Via libera di Ungheria e Polonia». Forse

Recovery. Alla vigilia del Consiglio Europeo sul bilancio Ue e Recovery fund. Alla riunione degli ambasciatori i motivi dello stallo «praticamente scomparsi»

Consiglio Europeo

Consiglio Europeo

Voci di sblocco della situazione, alla vigilia del Consiglio europeo di oggi e domani, per l’approvazione del bilancio e del Recovery Fund, un pacchetto di 1800 miliardi per rilanciare l’economia Ue. Potrebbe venir superato il veto che Ungheria e Polonia hanno posto all’innalzamento del tetto delle risorse proprie, indispensabile per permettere alla Ue di indebitarsi di 750 miliardi. Era una ritorsione contro il voto a maggioranza che ha stabilito – definitivamente – la correlazione tra finanziamenti e rispetto dello stato di diritto. Alla riunione degli ambasciatori, preliminare al Consiglio, i motivi del veto di Polonia e Ungheria «sono praticamente scomparsi»,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.