closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Politica

Venezia in alto mare, la candidata si ritira. E per la Regione Renzi corre solo

Amministrative. Chiellino lascia, tutto da rifare in Laguna. Italia viva e Calenda dicono no a Lorenzoni

Colpo di scena a Venezia. La candidata in pectore al comune, l’imprenditrice Gabriella Chiellino, ha ritirato la sua disponibilità alla corsa per togliere il comando a Luigi Brugnaro, già civico di destra e ormai in forza alla Lega, con ogni probabilità ricandidato. Lo ha fatto alla vigilia dell’incontro di maggioranza che avrebbe sancito l’unità di una coalizione ampia al suo sostegno. La manager, ambientalista e cattolica, parla di «motivi strettamente personali» per questa sua scelta. In realtà all’accordo fra le forze mancava ancora un ultimo miglio su alcuni dossier cruciali: il transito delle grandi navi in laguna, il futuro di Porto Marghera e il destino del Mose.
Ma la vera novità che potrebbe aver convinto Chiellino all’improvviso passo indietro è l’annuncio di una spaccatura nella sua coalizione. Per le regionali del Veneto il centrosinistra ha già lanciato il vicesindaco ‘civico’ di Padova, Arturo Lorenzoni, uno dei perni dell’alleanza ampia che ora governa la città. Un nome troppo ’di sinistra’ per Matteo Renzi e Carlo Calenda, che hanno fatto sapere di voler correre soli. Sia a Venezia che in Regione, regalando così un altro vantaggio al governatore leghista uscente, e anche lui probabilmente ricandidato, Luca Zaia.


La nostra rivoluzione.

In questi giorni di emergenza abbiamo deciso di abbassare il paywall rendendo il nostro sito aperto, gratuito e accessibile a tutti.
Non avremmo potuto farlo da soli: migliaia di lettori ogni giorno sostengono il manifesto acquistandolo in edicola o abbonandosi on line.

Oltre al giornale di oggi, stiamo lavorando anche a quello del futuro.

Nel 2021 compiremo i 50 anni in edicola e vogliamo far crescere insieme questo esperimento unico di informazione libera, critica e autofinanziata dai lettori.

Vogliamo un sito grande, che rispetti la privacy e metta al centro i lettori. Un sito coinvolgente e partecipato, dove sia possibile informarsi liberamente e “formarsi” come comunità.

Vuoi partecipare alla costruzione del nuovo manifesto?

ACQUISTA L’ABBONAMENTO DIGITALE SPECIALE
3 SETTIMANE A 10 €

entrerai nella “comunità dei lettori” che lavoreranno con noi per disegnare il giornale del futuro

ABBONATI
Scegli una diversa formula di abbonamento | Scopri la campagna