closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Valéria Dienes e la scuola ungherese, movimenti a corpo libero

Danza moderna. Nel 1912 aprirono le due più importanti scuole ungheresi, sotto la guida di Alice Madzsar e Valéria Dienes, mentre la terza, condotta da Olga Szentpál, risale al 1918. Queste tre donne, danzatrici, teoriche, pedagoghe, furono le pioniere del grande movimento che prese vita nel paese attorno alle nuove idee sulla danza

Dalla scuola di Valéria Dienes

Dalla scuola di Valéria Dienes

All’inizio del XX secolo e fino alla fine della I guerra mondiale, l’Ungheria era parte della monarchia austro-ungarica. Sebbene politicamente ed economicamente dipendesse quindi da Vienna, dal punto di vista culturale era però autonoma e molto vivace. Le grandi città del paese avevano una vita scientifica, letteraria e teatrale ricca e attiva: gli spettacoli della neonata danza moderna, così come le teorie e filosofie a essa legate, i nuovi modi di intendere il corpo e l'educazione fisica, in particolare della donna, erano arrivate nel paese nello stesso periodo in cui avevano iniziato a diffondersi nel resto d’Europa: Isadora Duncan si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.