closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Vaccini, l’Europa accelera. Von der Leyen: «Prime dosi entro fine anno»

Sotto la pressione di Germania e Italia, l’Ema anticipa di una settimana la riunione per l’approvazione del prodotto Pfizer. L’Agenzia del farmaco europea si riunirà il 21 anziché il 29 dicembre. Poi la parola va alla Commissione Ue. Solo nove i Paesi (Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Lussemburgo, Olanda, Spagna, Svezia e Gb) che hanno già pubblicato il piano di vaccinazione. L’Aifa istituisce un pool di esperti per controllare e programmare la campagna vax

Mentre negli Stati uniti, in Canada e in Gran Bretagna sono già iniziate le vaccinazioni di massa, l’Europa attende ancora il via libera dell’Agenzia del farmaco europea (Ema) alla commercializzazione del vaccino «a mRna» della Pfizer/BioNTech, azienda che ha già pianificato la produzione di 1,3 miliardi di dosi, prenotate entro il 2021. Un ritardo che pesa molto all’Italia, dove il numero di vittime del Covid-19 ha superato le 65 mila unità e cresce spaventosamente ogni giorno, ma irrita particolarmente la Germania, patria della BionTech, dove sono morte finora oltre 30 mila persone e che da oggi è costretta ad entrare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.