closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Università Statale, numero chiuso anche per storia e filosofia

Milano. Dopo un mese di mobilitazione di studenti e professori, il Senato accademico di via Festa del Perdono ha imposto lo sbarramento anche per i corsi umanistici. Dura protesta della Flc-Cgil: "Si tratta di una scelta irresponsabile e sbagliata". La ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli non apprezza ma lascia fare, "bisognerebbe allargare e non chiudere ma rispetto la decisione, hanno l'autonomia per farlo"

Università statale di Milano, la protesta degli studenti

Università statale di Milano, la protesta degli studenti

A proposito di muri e lotta di classe al contrario, ecco una soluzione esemplare che rende meno accessibile e più costoso il bene comune forse più prezioso. L’istruzione. Il Senato accademico dell’Università statale di Milano, dopo un mese di proteste che hanno coinvolto studenti e docenti, ha imposto il numero chiuso anche ai corsi umanistici. A niente sono serviti i sit-in organizzati dagli studenti e le lezioni in piazza dei prof “ribelli”, tra cui Alessandro Zucchi, direttore del dipartimento di Filosofia e filosofo del linguaggio, Gianfranco Mormonio, docente di Etica e Raffaella Colombo, ricercatrice di Storia della filosofia. Chiedono finanziamenti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.