closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Una sfida femminile all’imperio del canone, Bernardine Evaristo

Narrativa statunitense. Dall’Inghilterra alla California, dalle Barbados alla Nigeria, la vicenda di dodici donne di colore, dal 1895 a oggi, in stile «fusion fiction», ovvero tra prosa e verso libero: «Ragazza, donna, altro», da BigSur

William H. Johnson, «Three Friends», 1944 ca.

William H. Johnson, «Three Friends», 1944 ca.

In un saggio apparso meno di due mesi fa su The New Statesman, Bernardine Evaristo, ricordando che i bianchi non sono numericamente prevalenti sul pianeta, sottolineava come i «romanzi della maggioranza globale» – ovvero le narrazioni scritte da autrici e autori di colore – siano quasi esclusivamente interpretati dalla critica bianca come speculazioni identitarie, indipendentemente dal genere o dal tema trattato. «Quando quei pochi romanzi … sono celebrati», concludeva Evaristo, «c’è chi dice che è per political correctness e non per la qualità oggettiva dei lavori – lavori che è ben poco probabile si degnino di leggere». Viene da chiedersi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi