closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Una desertificazione annunciata

Biblioteche. Si incatena per salvare la biblioteca Gabriele D’Annunzio di Pescara dalla chiusura

Marguerite Yourcenar nel suo Memorie di Adriano non ha avuto esitazioni: «Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire». Se mantenere la memoria significa partecipare del corpo a corpo con il tempo, avere una pratica dell’attenzione verso le biblioteche esistenti che oggi rischiano la chiusura corrisponde all’arretramento dell’aridità politica in cui sono finite, loro malgrado. Anche quando le priorità sembrano altre. «Sarebbe ammissibile chiudere un centro commerciale o lo stadio Adriatico?». Se lo domanda il trentunenne Andrea D’Emilio, arrestato il 14 maggio dopo essersi incatenato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.