closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Una cattiva scienza

Polemiche. Un'accusa contro le riviste "open access" per la pubblicazione di articoli non sempre verificati nella loro serietà. Ma il controllo anti-truffa dovrebbe essere applicato anche alle altre pubblicazioni

L’inchiesta di una delle principali riviste scientifiche del pianeta, Science, ha seminato lo scompiglio nel mondo della ricerca. John Bohannon, questo il nome dell’autore dell’articolo, la bomba l’ha lanciata dalle colonne della rivista americana con un pezzo dal titolo Chi ha paura della peer review? Ora, la peer review (letteralmente, la «revisione dei pari») è la colonna portante del paradigma della «buona scienza». È quel processo per cui, quando un gruppo di scienziati manda un lavoro di ricerca a una rivista per la sua pubblicazione, la rivista si occupa di trovare due o tre esperti del tema che hanno il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.