closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Una campagna del genere anni ’50

Germania. Luci e ombre del modello tedesco, tra famiglie e bravi padri hipster

Un poster elettorale della Cdu

Un poster elettorale della Cdu

  Una donna a capo del governo, cinque ministre in un gabinetto di quindici persone, una governatrice alla guida del più importante Land (il Nordreno-Vestfalia). Il biglietto da visita con il quale la Germania si presenta al mondo, in materia di pari opportunità, non si presta a equivoci: questo è un Paese egualitario. Un giudizio che può formulare anche il turista che passeggia per la capitale Berlino: specie se italiano e maschio, noterà con stupore la quantità di uomini che spingono passeggini o di donne che guidano autobus. Siamo di fronte a un ulteriore aspetto del tanto decantato «modello tedesco»? Non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi