closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Un treno «clandestino» per il diritto d’asilo

Partirà nel primo pomeriggio dalla stazione centrale di Milano, il No Borders Train, il treno che sabato 21, insieme ai rifugiati, si muoverà verso il confine con la Svizzera per sfidare le frontiere europee. Ormai da mesi le autorità elvetiche hanno ripristinato controlli serrati, nonostante gli accordi sulla libera circolazione con l'Ue. La caccia per il momento è riservata a richiedenti asilo e rifugiati, che vengono rispediti in Italia senza neppure poter presentare domanda di protezione internazionale, violando così anche le regole del Regolamento Dublino. Sembra solo il preludio a quello che accadrà nei prossimi mesi, quando, con l'applicazione dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi