closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un sistema fuori controllo

TEMPI PRESENTI. «Primavera ecologica mon amour», un volume di Pier Paolo Poggio e Marino Ruzzenenti edito da Jaca Book. Gli autori ricostruiscono con perizia cinquant’anni di storia del conflitto tra industria e ambiente. Sul tema, la Fondazione «Luigi Micheletti» di Brescia raccoglie e archivia materiali e fondi da venti anni. Il «modello operaio» nato nelle fabbriche a difesa della salute e per la sicurezza, contro la nocività dentro e fuori i luoghi di lavoro, si fondava sulla prevenzione primaria

Periodicamente, al verificarsi di un disastro ambientale, alla scoperta della tossicità di una nuova sostanza sintetica, al peggioramento dei parametri di qualità dell’aria o delle acque si accende l’attenzione sul rapporto tra industrializzazione e preservazione delle funzioni vitali naturali, salute delle persone compresa. Quando gli impatti sugli ecosistemi raggiungono livelli così alti e ubiquitari come quelli attuali (pensiamo ai gas climalteranti o alle microplastiche trovate fin nella placenta dei mammiferi, specie umana compresa) allora evidentemente non si tratta solo di incidenti di percorso lungo la strada dello sviluppo delle forze produttive, o di defaillance della conoscenza scientifica, o di un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.