closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Un radar sul ghiacciaio per prevedere il crollo

Monte Bianco. Il seracco si muove di 50 cent. al giorno. Conte all’Onu: «Non restiamo indifferenti»

Si guarda il cielo sperando nevichi. Sono ore di allerta in Val Ferret, nel comune di Courmayeur (Aosta). La neve potrebbero favorire il rallentamento della massa instabile del ghiacciaio Planpincieux sulle Grandes Jorasses sul versante italiano del massiccio del Monte Bianco. Da questa mattina l'osservazione dei 250 mila metri cubi in bilico a oltre 2.000 metri di quota è affidata a un radar che ne potrà captare tutti i movimenti, giorno e notte, avvertendo immediatamente la centrale operativa dell'imminente crollo. Un approccio sperimentale e innovativo, più sofisticato rispetto al monitoraggio in corso dal 2013 e che viene testato per la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.