closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Un patto tra enti e territorio per la «comunità educante»

Napoli. Dieci istituti tra periferia e centro storico hanno firmato il primo Patto educativo di comunità, capofila Save the Children e Dedalus con la collaborazione di 17 organizzazioni civiche e del terzo settore

Lezione in piazza del Plebiscito, Napoli

Lezione in piazza del Plebiscito, Napoli

Pianura, Chiaiano, Rione Luzzatti e San Lorenzo, Vicaria, Vasto: dieci scuole disseminate tra periferia e centro storico di Napoli hanno firmato ieri il primo Patto educativo di comunità, capofila Save the Children e la coop Dedalus con la collaborazione di 17 organizzazioni civiche e del terzo settore, più l’Asl Napoli 1 e l’assessorato comunale alla Scuola. Nel patto è confluito un lavoro di due anni, messo a frutto attraverso uno strumento introdotto dal ministero dell’Istruzione nel Piano Scuola 2020/2021 dello scorso giugno, facendo quindi da apripista per le altre reti territoriali italiane. Saranno coinvolti 4.944 studenti partenopei, circa 1.773 già...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi