closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Un palcoscenico per l’intera società

Teatro. «L’impresario delle Smirne» con la regia di Roberto Valerio, sa cogliere la capacità diabolica di Goldoni di mettere in evidenza illusioni e vanità sempre attuali

Al suo secondo anno di tournée, continua a prendersi ogni sera il suo meritato carico di risate ed applausi L’impresario delle Smirne (stasera e domani ancora al Massimo di Cagliari, lunedì e martedì al Nuovo teatro comunale di Sassari). Uno spettacolo che conferma ancora una volta la centralità di Carlo Goldoni nella nostra storia teatrale, facendone anche l’oggetto di maggiore e fecondo saccheggio dei nostri artisti più avveduti (in questa sola stagione basta pensare, che siano piaciuti o meno, all’Arlecchino servitore di Antonio Latella e a quello di Pierfrancesco Favino, mentre si apprestano a ricomparire gli eterni Innamorati). Ma Goldoni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.