closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Un network chiamato Maxxi

Musei. Il nuovo direttore Hou Hanru, che si insedierà dal primo dicembre, presenta la sua visione. "Sarà una piattaforma delle idee"

Un vulcano a cui va dato calore e fuoco per permettere le esplosioni di lapilli. O anche un bocciolo di fiore che sta per aprirsi. E ancora, uno «snodo» autostradale che può considerarsi un punto di partenza di quel network che è diventata ormai la città, inglobando - nel caso di Roma - pure le vestigia del passato, le rovine romane e le tradizioni antiche. Sono queste alcune delle definizioni scelte da Hou Hanru, nuovo direttore artistico «unitario e integrato» del Maxxi per fornire al pubblico il suo ritratto ideale della «creatura-museo». Una sfida eccitante che si accinge a prendere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi