closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Turchia-Israele, è crisi diplomatica. Erdogan sospeso tra affari e potere

Gaza. 10mila manifestanti turchi assaltano il consolato israeliano a Istanbul e l'ambasciata a Ankara. Fine del business congiunto?

Il premier turco Erdogan

Il premier turco Erdogan

La guerriglia urbana di Istanbul e Ankara, espressione della rabbia per la carneficina in corso a Gaza, fa eco alle dichiarazioni al vetriolo del premier Erdogan che ha accusato Israele di genocidio. Giovedì notte, mentre il mondo leggeva dell’inizio dell’operazione via terra dell’esercito israeliano, 10mila turchi assaltavano con lanci di pietre le sedi diplomatiche israeliane a Istanbul e nella capitale, Ankara. Alle 1.30 di notte una folla si è ritrovata davanti al consolato israeliano a Istanbul, scandendo slogan («Israele assassino, fuori dalla Palestina», «Hamas, attacca Israele») e sventolando bandiere palestinesi. Alcuni manifestanti sono riusciti a scavalcare il muro intorno alla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi