closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Trappes, malessere sociale e rivolta a sfondo religioso

Disordini nelle banlieues. La destra accusa il governo di "lassismo" e i musulmani di "comunitarismo". Le tre notti calde di Trappes, in seguito a un ennesimo controllo di identità di una donna con il niqab, arrivano più di trent'anni dopo le prime esplosioni nelle periferie francesi. I problemi economici e sociali restano e si aggravano, la protesta di tinge di rivendicazioni religiose

Per la destra, l’interpretazione dei fatti successi nel fine settimana a Trappes, una cittadina di 30mila abitanti a 30 km da Parigi nel dipartimento delle Yvelines, è semplice: da un lato c’è il “lassismo” del governo Aurault che troverebbe giustificazioni “sociali” alle violenze urbane e dall’altro la crescita del “comunitarismo” musulmano. Il ministro degli interni, Manuel Valls (che è stato a lungo sindaco di Evry, un’altra cittadina della grande banlieue parigina) ha respinto entrambe le accuse. Valls, che non ha la fama di essere un “molle”, ha condannato le violenze “inaccettabili” e “intollerabili”, causate da “gente che non accettato il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.