closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Tradizione e fuoco ardente, il jazz guarda avanti

Note sparse. Tim Berne e Alexander Hawkins, gran classe e personalità negli album del ritorno: «Mars» e «Break a Vase»

Getty Images

Getty Images

Una celebre frase di Gustav Mahler, «la tradizione non è il culto delle ceneri ma la custodia del fuoco», si legge nel booklet del nuovo album realizzato da Tim Berne in tandem col chitarrista Gregg Belisle-Chi: Mars (Intakt). Ovviamente lui è sempre all’altosax, mai stato polistrumentista. La stessa frase si potrebbe trasferire al booklet del nuovo album firmato dal pianista Alexander Hawkins: Break a Vase (Intakt). Il programma di Berne è chiaro. Si tratta di fare i conti con la tradizione continuando a guardare in avanti, possibilmente. Ma di che tradizione si parla qui? Quella di un jazz assai evoluto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.