closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Torna «Scream», per i registi-fan è un culto da amare e decostruire

Cinema. Nelle sale il quinto capitolo della saga, diretto da Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett

Una scena di «Scream» (2022)

Una scena di «Scream» (2022)

Nelle intenzioni di Wes Craven, reduce dal successo della serie Nightmare – Dal profondo della notte, Scream doveva essere, fra le altre cose, una riflessione sui meccanismi del cinema di genere declinati in modalità di riproduzione seriale su scala industriale. In altre parole: guai ad avere successo, perché sarai costretto a replicare per sempre la medesima formula. Craven aveva già messo in scena il meccanismo della coazione a ripetere con il settimo episodio di Nightmare nel quale la messa in abisso dei meccanismi narrativi giungeva a profondità abissali con Wes Craven, Robert Englund e Heather Langenkamp nel ruolo di sé...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.