closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Torino, sciopero alla rovescia dei ricercatori precari contro il lavoro gratuito

Università. Sono più di 300 i ricercatori precari che aderiscono all'ingegnosa protesta contro il taglio dei fondi e per il riconoscimento dei diritti sociali. Nel corso della loro carriera forniscono un contributo gratuito pari al lavoro di tutti i dipendenti della regione Piemonte per due anni. "Serve l'unità con gli altri lavoratori della conoscenza, fuori e dentro l'università". Il governo pensa di affrontare l’emergenza con 861 posti. In tutta Italia. Sono 1,2 ricercatori per dipartimento

Ricercatrici precarie, lunedì a Torino

Ricercatrici precarie, lunedì a Torino

All'università di Torino sei ricercatori su dieci sono precari, il sessanta per cento. È uno dei dati più alti in Italia, dove la media è comunque impressionate: siamo al 57%. Molti di questi ricercatori sono in scadenza di contratto e di borsa. E, vista l'esiguità delle risorse a disposizione, saranno costretti a lavorare gratis per terminare compiti di ricerca, didattica o amministrativi. La somma delle prestazioni gratuite svolte dai soli assegnisti di ricerca- hanno calcolato i ricercatori precari torinesi che partecipano dal 2 febbraio allo «sciopero alla rovescia» indetto dal coordinamento nazionale Crnsu – è «pari al lavoro di tutti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.