closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Tiziano Sclavi, memorie dall’universo invisibile

Al cinema. Esce nelle sale «Nessuno siamo perfetti» il documentario di Giancarlo Soldi sul padre di Dylan Dog

«Io sono totalmente privo di talento. E di fantasia». Si presenta così Tiziano Sclavi, creatore di Dylan Dog, il maggiore successo editoriale del fumetto italiano degli ultimi decenni. Volutamente ritiratosi dalle scene dichiara: «Sono in pensione». Un’ombra nell’ombra, Sclavi. Un’ombra che dopo avere ceduto le redini di Dylan Dog, ha fatto dell’invisibilità ed elusività il tratto fondamentale della sua vita. «Faccio solo del bene all’umanità non scrivendo più». Giancarlo Soldi, che nel 1992 porta sul grande schermo Nero, romanzo di Sclavi, difeso, fra i pochissimi, da un giovanissimo Marco Martani sulle pagine di Cineforum, conosce bene l’universo dello scrittore e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.