closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Titolo V e pareggio di bilancio, bestie nere del welfare

Riforme. l servizio sanitario non può essere regionalizzato né essere soggetto ai vincoli di spesa. La tutela della salute è un diritto fondamentale cui ha diritto ogni cittadino in maniera uguale a tutti gli altri

L’esigenza sbandierata, nella disastrosa riforma del titolo V, di avvicinare il modo di prestare cure e assistenza territori e dei cittadini, era uno sbaglio prima che una bugia. In realtà rispondeva alla volontà predatoria di creare nuovi e più penetranti centri di potere e di formazione/ imposizione di consenso elettorale e con enormi ed incontrollati flussi finanziari senza alcun riguardo agli interessi dei cittadini che avrebbero meritato ( avendolo pagato con le tasse) un sistema sanitario - e connessi circuiti di ricerca e produzione- in grado di fronteggiare qualsiasi emergenza. Ma la politica era più attenta alla nomina di direttori...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi