closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Tiepide acque di primavera», vivere e morire nel ciclo millenario delle stagioni

Al cinema. Arriva in Italia il lavoro di Gu Xiaogang girato nella città di Hangzhou e nella prefettura di Fuyang nel Sud della Cina

Una scena di «Tiepide acque di primavera»

Una scena di «Tiepide acque di primavera»

Girato nell’arco di due anni seguendo il corso delle stagioni, e filmandone le loro variazioni, nella città di Hangzhou e nella prefettura di Fuyang nel Sud della Cina, incastonata tra le montagne e il fiume Fuchun, Tiepide acque di primavera di Gu Xiaogang ha l’andamento del racconto epico, la sensorialità di far trasparire la millenaria storia di un luogo, l’abilità narrativa di scorrere e intrecciare le tante vicende che capitano a una famiglia e ai suoi numerosi personaggi, il tocco morbido e fluente di cristallizzare nelle immagini, e nei tanti piani che compongono e stratificano ognuna di esse, grazie all’uso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.