closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Therese e quella lettera infinitamente meditata

NARRAZIONI. «La stanza di Therese» di Francesco D’Isa, edito da Tunué

Con il breve e rapido La stanza di Therese (Tunué, pp. 150, euro 12), Francesco D’Isa si conferma tra gli scrittori più interessanti e originali del panorama italiano, riuscendo a dare forma anche con le opere precedenti a un percorso autonomo e indipendente, più che da fastidiosi sensi di appartenenza che prendono quasi sempre la forma di una subalternità castrante e creativamente vincolante. E SI PUÒ DIRE SCRITTORE perché D’Isa supera anche l’asfissiante norma che vede sempre più imporsi - in particolare nel panorama italiano - i cosiddetti narratori, spesso figli di un equivoco che ha ridotto (con la complicità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.