closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Teleperformance dura: ora minaccia di chiudere

Call center. A Taranto rischiano 1800 operatori. Nonostante gli appelli del sindacato, il governo ancora non si attiva. In tutta Italia sono in bilico migliaia di posti

I lavoratori dei call center in piazza a Roma, lo scorso 4 giugno

I lavoratori dei call center in piazza a Roma, lo scorso 4 giugno

Non c’è pace per i lavoratori dei call center. Teleperformance, multinazionale francese che a Taranto gestisce un call center con 1.800 dipendenti, ha annunciato il rischio di chiusura nei prossimi mesi se la situazione gestionale non dovesse migliorare. Il direttore Gabriele Piva ha detto che «a un anno e mezzo dall’accordo sottoscritto con i sindacati (che prevedeva l’impegno a non aprire ulteriori procedure di licenziamento sino al giugno 2015, ndr), non si sono verificati i miglioramenti attesi. Registriamo una perdita di 4 milioni ante imposte nonché un aumento di costi – ha detto Piva – Entro l’estate se la situazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.