closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Teleperformance dura: ora minaccia di chiudere

Call center. A Taranto rischiano 1800 operatori. Nonostante gli appelli del sindacato, il governo ancora non si attiva. In tutta Italia sono in bilico migliaia di posti

I lavoratori dei call center in piazza a Roma, lo scorso 4 giugno

I lavoratori dei call center in piazza a Roma, lo scorso 4 giugno

Non c’è pace per i lavoratori dei call center. Teleperformance, multinazionale francese che a Taranto gestisce un call center con 1.800 dipendenti, ha annunciato il rischio di chiusura nei prossimi mesi se la situazione gestionale non dovesse migliorare. Il direttore Gabriele Piva ha detto che «a un anno e mezzo dall’accordo sottoscritto con i sindacati (che prevedeva l’impegno a non aprire ulteriori procedure di licenziamento sino al giugno 2015, ndr), non si sono verificati i miglioramenti attesi. Registriamo una perdita di 4 milioni ante imposte nonché un aumento di costi – ha detto Piva – Entro l’estate se la situazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi