closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tassa alle corporation: Dublino rema contro

Irlanda. In ballo c'è il suo modello di crescita basato sulle tassazioni morbide dei profitti delle corporation

L’accordo raggiunto al G7 di Londra sulla tassazione dei profitti delle multinazionali rischia di creare non pochi grattacapi dalle parti di Merrion Street a Dublino, dove ha sede il dipartimento del primo ministro irlandese. Da decenni, infatti, il modello di crescita irlandese si basa sull’attrazione di investimenti diretti esteri, soprattutto grazie alla tassazione favorevole sui profitti delle corporation. Questo ha portato molte multinazionali americane a stabilire la propria sede europea in Irlanda, comprese le principali aziende dell’economia digitale: Amazon, Apple, Facebook, Google e Microsoft. Fissata al 12,5 per cento, la tassazione per le imprese in Irlanda può essere ridotta ulteriormente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi