closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Stop bombe ai sauditi, Rwm risponde con la solita «arma»

L’azienda controllata dalla tedesca Rheinmetall reagisce alla revoca delle commesse verso l’Arabia saudita: «Decisione "ad aziendam" politicamente strumentalizzata». E agita la solita "arma" dei licenziamenti. Per i sindacati «bene i problemi etici, ma pensiamo anche al futuro delle famiglie con un percorso di riconversione»

Puntuale arriva il ricorso della Rwm Italia, l’azienda produttrice di armi con sede legale a Gedi (Brescia) e stabilimento a Domusnovas (Sud Sardegna). La controllata dal gruppo tedesco Rheinmetall si oppone alla decisione presa l’altroieri dal governo di revocare le licenze di esportazione verso l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti delle bombe prodotte in Sardegna. «SIAMO DI FRONTE a un provvedimento "ad aziendam", che di fatto colpisce duramente solo Rwm Italia», dice l’amministratore delegato Fabio Sgarzi. «La decisione - aggiunge -, arrivata sul filo di lana in un momento delicato per l’economia del paese, in piena pandemia e con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi