closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Sta’ attento a ciò che chiedi: potresti essere esaudito

Antropologia antica. Sulla scia di Mauss e Starobinski, in Doni funesti (ETS) Lavinia Scolari ripercorre alcune storie del mito greco indagando i modi in cui esse furono rielaborate dagli scrittori romani

Sarcofago con scene  del mito di Medea: invio dei doni a Creusa, morte di Ceusa, partenza  di Medea con le salme degli figli; 150-170 d.C., Roma, Terme  di Diocleziano

Sarcofago con scene del mito di Medea: invio dei doni a Creusa, morte di Ceusa, partenza di Medea con le salme degli figli; 150-170 d.C., Roma, Terme di Diocleziano

In uno dei suoi aforismi dal sapore oracolare Ludwig Wittgenstein affermò che il dono è «un problema da risolvere». E una storica autorevole, Natalie Zemon Davis, lo ha icasticamente definito un territorio dai confini incerti, «attraversato da molti sentieri». Basti questo per capire quanto insidiosa sia la materia che Lavinia Scolari ha affrontato nel suo Doni funesti Miti di scambi pericolosi nella letteratura latina (Edizioni ETS «Testi e studi di cultura classica», pp. 244, euro 24,00). Ma la giovane studiosa è bene attrezzata: dalla scuola palermitana di Giusto Picone le viene la competenza filologica, da quella senese di Maurizio Bettini...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.