closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sport e sanità trans-free: la crociata di 28 Stati Usa

Stati uniti. Sul tavolo progetti di legge che colpiscono i più giovani: Tennessee, Arkansas e Mississippi li hanno già approvati. Nel mirino l'attività sportiva nelle scuole e l'assicurazione sanitaria per trattamenti ormonali

Una protesta in Alabama contro la legge che vuole limitare lo sport alle persone transgender

Una protesta in Alabama contro la legge che vuole limitare lo sport alle persone transgender

Negli Usa 28 Stati stanno prendendo in considerazione leggi apertamente anti-transgender. I progetti presentati quest’anno rientrano prevalentemente in due categorie: mirare alla possibilità per le ragazze e le donne transgender di partecipare agli sport scolastici e limitare l’accesso dei giovani transgender all’assistenza sanitaria. Per ora, anche se in molti Stati è difficile che questi progetti diventino legge, in Tennessee, Mississippi e Arkansas hanno approvato le proposte, già firmate dai governatori. Le leggi sullo sport partono dall’assunto che ammettere nella stessa categoria le donne transgender penalizzerebbe le cisgender. Il governatore Gop del Tennessee Bill Lee ha firmato un disegno di legge...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.