closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Spianata di Al Aqsa, Israele ora guarda ad Amman per una soluzione

Gerusalemme. Netanyahu sarebbe pronto ad offrire la rimozione dei metal detector in cambio del ritorno immediato a casa della guardia di sicurezza dell'ambasciata israeliana che domenica ha ucciso due giordani

La soluzione della crisi innescata dai metal detector fatti installare dal governo Netanyahu sulla Spianata delle moschee di Gerusalemme potrebbe passare per la conclusione dello scontro diplomatico tra Israele e Giordania seguito alla sparatoria di domenica nell'ambasciata israeliana ad Amman (due giordani uccisi, una guardia di sicurezza ferita)? In casa israeliana non pochi ieri sostenevano questa ipotesi. E ad accreditarla è stato lo stesso Benyamin Netanyahu che ha inviato suoi emissari ad Amman per «concludere rapidamente» la crisi «e per riportare in Patria il nostro personale» bloccato dalla Giordania decisa ad avviare una inchiesta sulla sparatoria e a trattenere l'agente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.