closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Spesi meno della metà dei fondi stanziati da Renzi sette anni fa

Il caso. Il rapporto Legambiente sull'edilizia scolastica "Ecosistema scuola", giunto alla ventesima edizione: In sette anni meno della metà dei progetti finanziati per l'edilizia scolastica è stato concluso. Non è stato ancora bonificato l'amianto in 145 edifici (in gran parte al nord) di quelli oggetto d'indagine, frequentati ogni giorno da 28.500 studenti. La metà delle scuole non ha impianti per lo sport e solo il 55% circa ha la mensa scolastica. Ieri il ministrodell'istruzione Binachi ha annunciato l'investimento di un altro miliardo. E dal RecoveryFund arriveranno altri 6,8 miliardi. Quanti ne saranno spesi e quanti saranno ritirati dalla Commissione Ue?

Scuole, oggi vuote, e in più insicure e sovraffollate

Scuole, oggi vuote, e in più insicure e sovraffollate

Sette anni fa Renzi aveva appena espugnato Palazzo Chigi e dedicò una parte dei suoi annunci agli investimenti sull’edilizia scolastica. Ancora prima di portare a termine la devastante riforma chiamata eufemisticamente «Buona scuola» (in realtà il completamente del ciclo neoliberale delle riforme iniziate da Luigi Berlinguer nel 2000), spese molto fiato per alcuni fantastiliardi mobilitati per ristrutturare edifici in gran parte vetusti e insicuri, in parte risalenti agli anni Settanta. A quel consesso chiamò anche Renzo Piano che parlò di tecnica del «rammendo». Sulla stessa strada si è avviato ieri il neo-ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi che ha partecipato alla presentazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi