closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sospeso il fermo della nave Alan Kurdi, ma può andare solo in Spagna

Mediterraneo. La nave umanitaria era bloccata nel porto di Olbia da sei mesi. Il Tar rimanda a novembre la decisione finale sul ricorso

La nave Alan Kurdi

La nave Alan Kurdi

La Alan Kurdi è libera, ma solo a metà. Il Tar sardo ha sospeso il fermo amministrativo a cui la nave umanitaria era sottoposta nel porto di Olbia dal 9 ottobre scorso. Potrà «lasciare le acque territoriali italiane all’unico fine di recarsi presso il porto spagnolo [di Burriana, ndr] per gli adeguamenti necessari al ripristino in condizioni di sicurezza della sua attività di navigazione», si legge nell’ordinanza emessa venerdì 9 aprile a seguito del ricorso presentato dalla Ong Sea-Eye contro il ministero di Infrastrutture e trasporti, Capitaneria di porto di Olbia. All’orizzonte, dunque, non c’è alcuna missione in zona Sar....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi