closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sorpresa: dopo il boom dei 5S al Sud, per il meridione al tavolo non c’è posto

Il contratto. Fumosa la formulazione sui destini dell’Ilva, la lotta alle mafie viene liquidata in poche righe. E il deputato Gallo chiede dove siano finiti i 25 miliardi di investimenti in scuola e cultura

6 marzo, festa per Di Maio a Pomigliano D’Arco

6 marzo, festa per Di Maio a Pomigliano D’Arco

«Aspettiamo di vedere i contenuti», dicevano i parlamentari grillini incalzati sulla possibile alleanza di governo con la Lega. Ma nelle ore in cui la bozza di contratto comincia a circolare, in molti restano con l’amaro in bocca. Ancora indecisi sul da farsi, in pochi rompono le timidezze: tra oggi e domani il testo verrà ufficialmente diffuso e poi ratificato sul portale Rousseau. Uno dei più amareggiati è Luigi Gallo, deputato di Torre del Greco, da insegnante si è sempre impegnato sul temi della scuola. Gallo fu l’unico parlamentare grillino a contestare i poteri conferiti a Di Maio quando, ormai otto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi