closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Sócrates, colpo di tacco con la testa

Futebol. Storia di un fuoriclasse rivoluzionario, che infuse coraggio a chi sapeva solo dire sì

Sócrates e Zico

Sócrates e Zico

Il padre di Sócrates era un tipo strano, un ferroviere che, prossima la nascita del suo primogenito, non cercò il nome sul calendario, ma consultò l’opera di Platone Repubblica e si imbattè nel nome del filosofo greco Socrate. Per il nome del figlio aggiunse la «s» in modo da dare un tocco brasiliano. Ancor più strano è stato il figlio, che al provino per essere accolto nelle file delle giovanili del Botafogo, contrariamente a quanto gli aveva indicato l’allenatore, di stare in area e coprire il ruolo di attaccante, lui stava fuori dall’area di rigore e andava incontro ai difensori...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi