closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

«Slavery», una biografia cruenta

Mostre. Al Rijksmuseum di Amsterdam, l’Olanda fa i conti con il suo passato schiavista. E con gli echi che si riverberano sul presente

Romuald Hazoumè, installazione «La bouche du roi»

Romuald Hazoumè, installazione «La bouche du roi»

Sono i canti corali degli schiavi e delle schiave del continente africano e asiatico ad accogliere il visitatore della mostra Slavery al Rijksmuseum di Amsterdam (visitabile fino al 29 agosto). È la prima volta che una delle più importanti istituzioni culturali dei Paesi Bassi ospita una rassegna in grado di fare i conti con il passato schiavista olandese. E anche con il presente, ponendo l’attenzione sulle minoranze che condividono spesso un comune retaggio schiavile, capace di spiegare le scelte migratorie dei loro avi o parenti più prossimi. Le curatrici (Eveline Sint Nicolaas, Valika Smeulders, Maria Holtrop e Stephanie Archangel), nell’alllestimento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.