closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Sinfonia russa per hockey su ghiaccio

Cannes 67. I mutamenti culturali che hanno portato alla fine del comunismo si riflettono sulla storia di una squadra russa di hockey durante la Guerra fredda

Sulla Croisette con i film di Abel Ferrara e Jean-Luc Godard, senza contare l’annuncio che saranno loro a finanziare il leggendario documentario in 3D a cui Terrence Malick sta lavorando da dieci anni, la Wild Bunch di Vincent Maraval è sicuramente l’etichetta più cutting edge di quest’edizione del festival. L’avventuroso produttore/distributore francese (che giovanilisticamente indossava una maglietta di Batman alla proiezione ufficiale di Adieu au Langage) ha fatto i fuochi d’artificio anche con un documentario. Presentato in una proiezione speciale fuori concorso, Red Army, è diretto dal giovane regista americano Gabe Polsky (Motel Life, al festival di Roma due anni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.