closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

“Sindaco Pisapia, basta appalti al massimo ribasso”

Milano. Protesta di 1800 lavoratrici delle scuole d'infanzia, elementari e medie: chiedono che la prossima gara per i servizi di mensa e pulizia abbia vincoli rigidi. Per evitare i guai degli ultimi quattro anni

Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia: le lavoratrici gli hanno scritto una lettera aperta che volantineranno davanti alle scuole della città

Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia: le lavoratrici gli hanno scritto una lettera aperta che volantineranno davanti alle scuole della città

In molte scuole di Milano oggi è il «workers day»: le lavoratrici delle mense e delle pulizie volantineranno una lettera aperta al sindaco Giuliano Pisapia e ai suoi assessori per dire basta agli appalti al massimo ribasso, proprio nei giorni in cui il Comune sta ultimando il capitolato per la nuova gara. Sono in tutto 1800 addette, impiegate in circa 400 istituti d’infanzia, elementari e medie, che hanno attraversato quattro anni di "passione" per le modalità con cui è stato assegnato, nel 2011, l’appalto che è oggi in scadenza. In particolare, i guai si sono visti in uno dei quattro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.