closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Simboli, riti e valori nella vita dello storico

Dal Medioevo alla Costituzione. Il rapporto vivi-morti, l’immaginario religioso, la peste manzoniana... Adriano Prosperi, Il lato sinistro, raccolta di scritti dispersi tra metodo e vicenda esistenziale (Mauvais Livres)

Stampa del 1839 (Gaspare Truffi e Comp., Milano) che illustra il processo originale  degli untori nella peste del 1630

Stampa del 1839 (Gaspare Truffi e Comp., Milano) che illustra il processo originale degli untori nella peste del 1630

Vietato uscire dal comune. Non è una notizia recente, su una delle zone che in queste settimane è stata (o è tuttora) in lockdown locale. La misura riguarda un borgo nei pressi di Vinci, patria di Leonardo, che l’11 giugno 1631 gli Officiali di Sanità del Granduca di Toscana obbligarono a chiudere per fermare il diffondersi della peste. Cos’è cambiato? Al contrario, è cambiato quasi tutto. Chi usciva dal comune, contravvenendo alla legge, nel Seicento non era multato. La soluzione era più drastica: i disobbedienti erano considerati «banditi», e potevano «essere ammazzati impunemente da qualsivoglia persona che li trovasse fuori...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi