closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Siccità, il governo dichiara lo stato di calamità

Emergenza. Movimento 5 Stelle e Sinistra Italiana chiedono le dimissioni del ministro dell’Ambiente Galletti. Un incendio sulla A1 ha interrotto il tratto autostradale tra Roma Nord e Orte. Dal 15 giugno i roghi che hanno colpito l'Italia sono stati 30mila

L’incendio sll’autostrada

L’incendio sll’autostrada

Il governo è pronto a dichiarare lo stato di emergenza contro gli effetti della siccità, in particolare nel settore produttivo. «Siamo pronti a collaborare con le Regioni nel censimento dei danni e la verifica delle condizioni per dichiarare lo Stato di eccezionale avversità atmosferica» ha annunciato il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina. Tre sono le misure che saranno attivate: un fondo di solidarietà nazionale contro i danni prodotti, l’ aumento degli anticipi dei fondi europei Pac, 700 milioni per il piano rafforzamento delle infrastrutture irrigue. Con la dichiarazione dello stato di emergenza, Martina intende «tutelare i produttori agricoli che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.