closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Serafino Murri, viaggio nella soggettività digitale

Il libro. Sign(s) of the Times, da Meltemi

Come è cambiata la creatività, ma più in generale come si è configurato il pensiero visuale negli ultimi trent’anni con il predominio dei nuovi media nel campo dell’arte o meglio delle arti? Il saggio di Serafino Murri, Sign(s) of the Times (Meltemi, pp. 425, 26 euro), tenta di rispondere a questo e ad altri quesiti, attraverso un lungo viaggio in quel dominio che, fin dal sottotitolo del libro, viene definito della «soggettività digitale». Già autore di alcune monografie di cineasti, regista lui stesso di film a soggetto e documentari, Murri tuttavia non ha solo scritto un volume teorico che affronta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi