closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Scudo e missili Usa in Romania e Polonia

Nato. Dura reazione di Putin. L’azienda Lockheed Martin: è sistema d’offesa. Obama brinda con il Nord-Europa a protezione del Baltico (e del Ttip)

Nell’incontro con i governanti di Svezia, Danimarca, Finlandia, Islanda e Norvegia, il 13 maggio a Washington, Obama ha denunciato «la crescente presenza e postura militare aggressiva della Russia nella regione baltico/nordica». Siamo, si badi bene, al confine russo prima protetto dal Patto di Varsavia, ma ora tutti i paesi dell’ex socialismo realizzato sono entrati nella Nato che pericolosamente, come ha dimostrato il disastro della crisi in Ucraina, si allarga ad est intorno alla frontiera russa. Di chi è la postura militare? E Obama ha riaffermato l’impegno americano per la «difesa collettiva dell’Europa». Dimostrato con i fatti il giorno prima, quando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi