closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Scotto: «Nei prossimi mesi faremo il partito di Leu. Ma chi vota no al governo si mette fuori»

Intervista. Il coordinatore di Articolo 1: non entreremo nel Pd, pronti con un nuovo soggetto già alle amministrative

Arturo Scotto, coordinatore di Articolo 1

Arturo Scotto, coordinatore di Articolo 1

Nei giorni della crisi di governo è ritornato in uso il nome «Leu», acronimo di «Liberi e Uguali», la lista della sinistra guidata da Pietro Grasso alle ultime politiche: embrione di un soggetto politico che però è subito abortito. In queste ore, dopo il no al governo Draghi di Sinistra Italiana, uno dei partiti fondatori, quel mondo appare ancora più diviso. E tuttavia il segretario di SI Nicola Fratoianni ha rilanciato la proposta ai compagni di Leu: «Facciamo un soggetto politico insieme». E’ d’accordo? «Di fronte a un passaggio difficile come la nascita del governo Draghi, si è deciso con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi