closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Scene madri a Haworth

Letteratura vittoriana. Saggi critici, film, biografie, traduzioni: le sorelle Brontë attraggono perché sono lontane dalla modernità

William Etty (1787-1849), The Three Graces,  New York,  The Metropolitan Museum

William Etty (1787-1849), The Three Graces, New York, The Metropolitan Museum

Un mare, anzi un oceano, di carte – biografie, saggi critici, nuove edizioni, traduzioni, film – circonda il magico arcipelago brontiano: Anne, Emily, Charlotte. Lontane dalla modernità e perciò così attraenti. I loro versi allucinati, tardo-romantici forse pre-imagisti, misteriosi e incantatòri hanno il fascino dei lieder. Non ci chiedono di essere capiti, ma di sentire con loro. Per merito del padre, il reverendo Patrick Brontë della canonica di Haworth, bello, dominante, solitario, conosciamo le adolescenziali aspirazioni delle loro brevi esistenze. Morirono di tubercolosi – come già la madre e le due sorelline più giovani – a circa trent’anni Anne e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi