closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Scarcerati gli italiani, la procedura sarà lunga

C'era una volta. Due dei ricercati si sono costituiti ieri. Uno è ancora latitante. L’estradizione potrebbe richiedere anni

Il ministro della Giustizia francese, Eric Dupont-Moretti

Il ministro della Giustizia francese, Eric Dupont-Moretti

Probabilmente, visti i tempi lunghi della procedura, non sarà il primo ministro attuale, Jean Castex, a firmare gli eventuali decreti di estradizione per i 9 rifugiati italiani con un passato legato alla violenza degli anni di piombo, 7 arrestati mercoledì e due, Luigi Bergamin delle Pac, e Raffaele Ventura costituitisi ieri. La decima persona che la Francia ha accettato di arrestare su una «richiesta urgente» italiana che conteneva 200 nomi, Maurizio Di Marzio, ex Br, è ancora ricercata. Macron potrebbe non essere più presidente, oppure al suo secondo mandato. Difatti, la procedura giudiziaria si annuncia lunga, potrebbe durare mesi o...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi