closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sanità, altro che «modello Lombardia», si punta sul territorio

Il Programma di Draghi. Il nuovo premier parla di un nuovo piano vaccini e servizi di base: meno ospedali e più telemedicina. Arcuri resta solo per gli acquisti

Due infermiere in corsia

Due infermiere in corsia

Se Salvini propone «il modello Lombardia», sulla sanità Mario Draghi gli ha già risposto negativamente. Nel suo discorso programmatico il neo presidente del consiglio ha messo in evidenza due priorità: l’accelerazione della campagna vaccinale e la riforma della sanità territoriale, esattamente l’opposto del modello Lombardia. «Abbiamo bisogno di mobilitare tutte le energie su cui possiamo contare – ha detto Draghi - ricorrendo alla protezione civile, alle forze armate, ai tanti volontari. Non dobbiamo limitare le vaccinazioni all’interno di luoghi specifici, spesso ancora non pronti: abbiamo il dovere di renderle possibili in tutte le strutture disponibili, pubbliche e private». «La velocità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi