closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Russia ed Europa dopo la crisi ucraina

Sbilanciamo l'Europa. Senza mostrare nessuna simpatia per Putin e per il suo modo di gestire la Russia, appare evidente però che quanto accaduto a Kiev è stato prodotto dagli Stati uniti

Dopo i lunghi anni di grave crisi economica seguiti alla caduta dell’Unione Sovietica l’economia russa ha preso a crescere velocemente a partire dal 1999 ed i tassi di aumento del pil si sono aggirati a lungo intorno al 7% all’anno. Così nel periodo 2000-2012 il reddito medio pro-capite è raddoppiato. Ma comunque dal 2009 in poi, con la crisi, i tassi di sviluppo sono diminuiti fortemente. Nell’ultimo periodo, in relazione anche alla tempesta ucraina, la prospettive si sono fatte anche più incerte. Le previsioni ufficiali parlano di un aumento del pil dello 0,5% per il 2014 e dello 1,0% per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.