closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Roysten Abel e i giochi di coppia tra zucchero e spezie

A teatro. «Les nuits de Fourvière» di Lione è una manifestazione che mescola con cura generi e tendenze. In cartellone The Kitchen dove l'artista indiano mette a confronto tradizioni e avanguardie del suo grande paese

Una scena di The Kitchen di Roysten Abel

Una scena di The Kitchen di Roysten Abel

Les nuits de Fourvière è il nome semplice e suggestivo di un festival di spettacolo che ha pochi eguali in Europa. È un festival urbano, dedicato in primo luogo agli abitanti di Lione, e ai turisti che affollano la città capoluogo del Rodano. Dura due mesi, giugno e luglio, e a differenza di altri luoghi illustri della scena (Avignone come Edimburgo), con le sue date e la varietà del programma, offre alla città un vero servizio. Un paio di settimane fa erano di scena Toni e Peppe Servillo, nei giorni scorsi i prodigiosi percussionisti del Kerala, Bartabas, ma a metà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi