closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Roberto, la procura indaga per istigazione al suicidio

Roma. La morte del 14enne omosessuale. Al Gay Village inziativa contro l'omofobia

Il luogo dove è morto Roberto

Il luogo dove è morto Roberto

Istigazione al suicido. E' l'ipotesi di reato alla quale sta lavorando il pubblico ministero di Roma Pier Filippo Laviani che indaga sulla morte di Roberto, il 14enne che si è ucciso gettandosi dal tetto del palazzo in cui viveva con la famiglia. Un gesto che il giovane ha spiegato in una lettera lasciata sul suo computer legandolo alla sua omosessualità. Per ora non ci sono indagati, ma dodici amici del ragazzo sono stati convocati in procura per essere ascoltati nei prossimi giorni. Si tratta di dieci ragazzine e di due maschi, che Roberto nella sua lettera aveva chiesto che venissero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi